Sarkozy benedice il matrimonio dopo la morte

Il promesso sposo di una ragazza francese era rimasto ucciso in un incidente stradale. Il presidente dà l'ok all'unione perché la giovane possa portare il cognome del defunto

«Finché morte non ci separi». La morte li ha separati ma stavolta il matrimonio è arrivato dopo. È l'incredibile e tragica storia ambientata in Francia quella che ieri ha avuto un lieto fine. Una ragazza francese ha sposato il suo fidanzato morto l'anno scorso per consentire a lei e ai due figli nati quando erano fidanzati di avere il suo cognome. Con la benedizione di Nicolas Sarkozy. È accaduto a Dommary-Baroncourt nell'est della Francia. Magali Jaskiewic e Jonathan George volevano sposarsi a novembre dello scorso anno, ma il promesso sposo era rimasto ucciso in un incidente stradale. È stata una cerimonia semplice, a cui non è seguito nessun festeggiamento. Magali, 26 anni, potrà ora portare il cognome del suo fidanzato pur senza avere il diritto alla pensione, hanno spiegato fonti dell'amministrazione locale.
Così per i suoi figli, che ora hanno rispettivamente tre anni e 18 mesi di età. La singolare richiesta era stata inoltrata al presidente della Repubblica, che aveva dato il suo consenso.