Sarkozy, Cecilia non blocca il libro Volano le vendite, l'Eliseo trema

"Donnaiolo, tirchio, padre trascurato. Non adatto a fare il presidente della Repubblica". Questi alcuni commenti attribuiti all'ex premiere dame nel libro "Cecilia" della giornalista Anna Britton

Parigi - L’ex moglie del presidente francese Nicolas Sarkozy ha perso la possibilità di bloccare la pubblicazione di un libro in cui viene citata mentre parla dell’ex compagno in termini poco lusinghieri. Cecilia Sarkozy, 50 anni, che ha divorziato da Sarkozy lo scorso ottobre, ha fatto causa contro la pubblicazione del libro "Cecilia" di Anna Bitton, ma un tribunale di Parigi si è detto contrario a un blocco temporaneo della pubblicazione del libro. "Faremo immediatamente appello", ha detto a Reuters il legale di Cecilia, Michele Cahen. Il libro "Cecilia" è uno dei tre in uscita questa settimana incentrati sull’ex moglie di Sarkozy, vista come una donna potente che sta ancora esercitando una certa influenza sul presidente dei francesi. Bitton ha citato Cecilia mentre pronuncia commenti molto negativi sulla personalità di Sarkozy. Il difensore di Cecilia ha detto che l’ex first lady respinge i commenti attribuitigli e il modo in cui "i suoi sentimenti più intimi sono stati messi sulla pubblica piazza".

Le frasi incriminate "Donnaiolo", "tirchio", "padre trascurato". In "Cecilia", scritto dalla giornalista Anna Bitton, l’ex moglie del presidente descrive con ferocia l’uomo che ha conquistato l’Eliseo e spesso spiazzato la politica internazionale: "Non sembra proprio un presidente della Repubblica...ha dei problemi comportamentali", mentre il suo staff è "una banda di giovani, ubriachi di potere, che hanno scambiato se stessi per i principi di Parigi". Da quando divorziarono, a novembre, la sua "parte ridicola" ha preso il sopravvento e il presidente ha "perso la dignità" stando ai karaoke bar fino alle 4 del mattino.

Volano le vendite Sono partite con il vento in poppa le vendite dei tre libri dedicati a Cecilia Sarkozy da ieri negli scaffali delle librerie d’Oltralpe. "Siamo partiti fortissimo, la prossima settimana ristampiamo ancora" ha dichiarato Herve Rofe, responsabile amministrativo delle Editions du Moment, casa editrice del volume "Ruptures", firmato a due mani dai giornalisti Michael Darmon e Yves Derai. Messo sul mercato inizialmente in 45mila copie, il libro è stato ristampato già oggi in 30mila esemplari, precisa. "È un vero lavoro da giornalista", sottolinea Herve Rofe, riferendosi alle "rivelazioni" degli autori sulla liberazione delle infermiere bulgare. Buona partenza anche per "Cécilia, la face cachée de l’ex-première dame", edito da Pygmalion, di Denis Demonpion e Laurent Léger. Dopo le prime 30mila copie, l’editore è già ricorso a una nuova ristampa di 20mila copie per far fronte alla domanda. Nessuna cifra disponibile invece per le edizioni Flammarion, con "Cécilia" di Anna Bitton. Ma il libro era già praticamente andato a ruba oggi da Virgin dei Grands boulevard a Parigi.