Sarkozy e Blair: compagnie di linea per le vacanze

Il presidente francese Nicolas Sarkozy avrà pure fatto una vacanza «lussuosa» negli Stati Uniti, come gli ha rinfacciato l’opposizione questa estate, ma tutti gli spostamenti aerei per trasportare lui, la moglie e il figlio minore negli States sono stati fatti su voli di linea Air France, pagati regolarmente come un passeggero qualsiasi, come ha provato la compagnia di bandiera francese interpellata da Le Monde. Anche il premier britannico Tony Blair non usa aerei di Stato per vacanze o trasferimenti privati. Anzi, per tornare a Londra dopo una vacanza di una settimana in Italia, l’ex primo ministro inglese insieme alla moglie Cherie e a sette accompagnatori hanno utilizzato un volo low cost della Ryanair, cavandosela con biglietti da 49 sterline cadauno, circa 71 euro.