Sarkozy e Carla arrivano in Ciad Lite con la Merkel

da Parigi

Continua il periodo nero per il presidente francese Nicolas Sarkozy. L’Eliseo ha annunciato ieri la cancellazione del progetto di affidare agli allievi delle elementari la memoria di uno dei bambini ebrei vittime della Shoah. L’idea era stata contestata, dai sindacati degli insegnanti, degli psichiatri, ma anche da ex deportati e, nei sondaggi, dalla maggioranza dei francesi. A proposito di sondaggi sempre ieri Sarkò ha dovuto registrare un nuovo calo di popolarità, scesa, secondo l’istituto Csa, al 33%, (-4 dal mese scorso). Da registrare che il sondaggio è stato realizzato prima dell’ultima gaffe, quando Sarkò ha insultato un contestatore che si era rifiutato di stringergli la mano. Infine i tedeschi della cancelliera Angela Merkel hanno fatto trapelare la loro irritazione per i sempre peggiori rapporti con il presidente, a cui si rimprovera un eccesso di protagonismo. La tensione tra le due sponde del Reno è tale che in poche settimane sono già due i vertici bilaterali cancellati. Unica notizia positiva: Sarkozy è arrivato ieri in Ciad e per la prima volta ad accompagnarlo c’è la moglie Carla Bruni, all’esordio in una visita ufficiale. Oggi i due proseguiranno per il Sudafrica.