Sarkozy: no alle pensioni prima dei 65 anni

Il presidente francese auspica la soppressione dei pensionamenti d’ufficio prima dei 65 anni e chiede che i
prepensionamenti siano tassati più pesantemente

Parigi - Il presidente francese Nicolas Sarkozy auspica la soppressione dei pensionamenti d’ufficio prima dei 65 anni e chiede che i prepensionamenti siano tassati più pesantemente. Nel suo intervento al Senato sulla strategia sociale, il presidente ha annunciato oggi anche la sua intenzione di ammorbidire ulteriormente la normativa sulle 35 ore e di dare un posto più importante ai negoziati di impresa e di settore nella definizione degli orari di lavoro.

Lavoro e merito nel nuovo contratto sociale Un nuovo contratto sociale che si basi sul lavoro, sul merito e sull’uguaglianza delle possibilità è stato proposto da Sarkozy in un intervento al Senato in occasione dei 40 anni dell’associazione dei giornalisti di informazione sociale. Di fronte all’ingiustizia della realtà attuale Sarkozy propone che il nuovo contratto abbia al centro la giustizia e l’efficacia, alla ricerca di nuovi equilibri anche finanziari. Per il presidente della repubblica l’attuale sistema scoraggia il lavoro, l’occupazione, non assicura l’uguaglianza delle possibilità ed è all’origine della crisi dell’occupazone.