Sarkozy: «Terrò conto del voto»

Il presidente francese Nicolas Sarkozy ha detto che «terrà naturalmente conto dei risultati delle elezioni comunali». Ma ha tenuto a precisare che si tratta comunque di uno scrutinio di «democrazia locale». Nel suo primo intervento dalla prima tornata elettorale di domenica scorsa, Sarkozy ha affermato che «dopo il secondo turno (previsto per domenica ndr), una volta acquisiti i risultati definitivi, ogni responsabile politico, e io per primo, dovrà trarre le conseguenze del voto». Il Presidente non ha però precisato se questo vuol dire che i membri del governo in ballottaggio dovranno dimettersi nel caso non fossero eletti. Sarkozy, che si trovava a Tolone, ha definito «incoraggiante» il risultato dei 23 membri del governo (tra ministri e sottosegretari) candidati, di cui 14 sono stati eletti sin dal primo turno.