Sarpi, il Consiglio di zona si schiera coi cinesi

Il Consiglio di Zona 8 si è schierato contro il progetto della zona a traffico limitato e della futura isola pedonale in zona Paolo Sarpi, su volere dei commercianti italiani. Un altro duro colpo al piano di riqualificazione voluto da Palazzo Marino, dopo le nuove condizioni poste dai grossisti cinesi al vicesindaco De Corato sui tempi e i modi del trasferimento ad Arese. E così l’intera operazione rischia di essere compromessa, in attesa che Regione e Comune ridefiniscano i termini del trasloco. Ma di mezzo ci sono anche 324 cassintegrati. La società proprietaria dell’area ex Alfa si era impegnata ad assumerli entro settembre e troverebbero occupazione a conclusione dell’affare.