Saso (An) non ha votato sui valori della resistenza

Alessio Saso, consigliere di Alleanza Nazionale, non ha votato a favore dell’ordine del giorno sulla resistenza presentato dal centrosinistra per distogliere l’attenzione dai manifesti taroccati. Per non concedere il fianco a facili e strumentali accuse, non ha partecipato al voto, dichiarando i motivi della sua scelta: «È proprio delle dittature la scelta di cercare adesioni insincere e ipocrite, mi spiace solo non essere arrivato più tardi per evitare del tutto la partecipazione a questa discussione». Il documento sui valori della resistenza presentato dalla maggioranza e bocciato dal solo Gianni Plinio ha invece trovato l’assenso di tutti gli altri consiglieri di opposizione presenti. Non molti, vista tra l’altro l’assenza, non prevista con richieste di congedo. Per completezza di informazione, non hanno preso parte al dibattito i consiglieri del Pdl Matteo Marcenaro, Gino Morgillo, Angelo Barbero e Pietro Oliva.