Sassi dal cavalcavia a Catania Auto centrata, salvi due giovani

da Catania

Ancora balordi idioti e criminali che giocano con la vita altrui. Poteva finire male l’altra sera per chi transitava sotto un cavalcavia della tangenziale di Catania: i soliti ignoti scaricavano pietre sulle auto in corsa. Ne sanno qualcosa due ragazzi che si trovavano a bordo di un’Audi A4 centrata da un sasso nei pressi di Misterbianco, proprio alle porte del capoluogo etneo. Solo la dea bendata ha fatto sì che rimanessero illesi. Immediato è scattato l’allarme col telefonino, ma del delinquente (o dei delinquenti) che avevano lanciato il sasso quando sono arrivati i carabinieri non c’era più traccia.
Il guidatore e il giovane che viaggiava con lui, sono stati accompagnati in caserma e ascoltati dai carabinieri come testimoni. La pietra, che ha colpito il parabrezza dell'auto lesionandolo, era stata scagliata da un cavalcavia nei pressi di uno svincolo. Nonostante lo spavento e la velocità il giovane che era alla guida è riuscito a rallentare e a mantenere il controllo del mezzo ma purtroppo, complice il buio, non sembra sia riuscito a scorgere i teppisti. E tantomeno il passeggero.
La loro auto è stata sequestrata dai militari della compagnia di Fontanarossa che stanno eseguendo le indagini e hanno compiuto un sopralluogo nella zona del «lancio». I due giovani, entrambi di Paternò, sono stati ascoltati anche ieri, ma non hanno saputo fornire particolari che possano aiutare all'individuazione degli autori del gesto.