Sassi dal cavalcavia, ferito un automobilista

Il lancio da un ponte della Milano-Meda L’uomo colpito dai vetri del parabrezza

Michele Perla

La tragedia è stata sfiorata per un soffio; tuttavia l’automobilista che era alla guida di una Opel Astra, centrata da un sasso lanciato dal cavalcavia, è rimasto ferito al volto.
«Per fortuna – ha raccontato ai carabinieri – indossavo gli occhiali da sole, altrimenti i vetri sarebbero entrati negli occhi e sarebbe stato drammatico rimanere accecato mentre viaggiavo a cento all’ora». È successo l’altra mattina verso le 11.30, sulla Milano–Meda, fra Bollate e Paderno Dugnano. Vittima un tecnico di 38 anni sposato e padre di due figli. L’uomo, residente a Bollate, stava percorrendo la superstrada per raggiungere un cliente, quando all’improvviso, all’altezza di un grande centro commerciale, qualcuno ha lanciato giù dal cavalcavia un grosso sasso. La pietra ha centrato in pieno il parabrezza che è «esploso». Il botto e i vetri hanno spaventato il tecnico che ha cominciato a sbandare con la propria auto, invadendo la corsia opposta. Dopo qualche attimo l’autista della Opel è riuscito a riprendere il controllo del mezzo e si è finalmente fermato. Immediata la denuncia ai carabinieri. Da quanto si è appreso, il lancio dei sassi dal ponte pedonale situato nei pressi del supermercato, sarebbe diventato un sport frequente per molti balordi, rimasti però fino ad oggi sempre impuniti. Da più parti infatti si leva la richiesta di mettere in sicurezza la struttura con adeguate barriere antivandali.