Sassicaia: Bolgheri in allarme

Andrea Grignaffini

Dov’erano, com’erano. È l’argomento enoico del mese il rinnovo degli impianti del vigneto del Sassicaia. A lanciare l’allarme per il rinnovo delle vigne del Sassicaia, del Marchese Incisa della Rocchetta a Castagneto Carducci, sono il professor Attilio Scienza dell’Università di Milano e l’associazione nazionale Città del Vino. L’operazione di svecchiamento, anche se legittima, porterà una grande perdita culturale e simbolica di un vigneto simbolo. La sollevazione popolare contro la decisione della proprietà è unanime tanto da fare affermare al presidente delle Città del Vino, Floriano Zambon: «Quel vigneto è una reliquia, un bene storico da preservare. La sua tutela equivale a quella di un cimelio storico, di un oggetto d’arte, di un pezzo di archeologia». In attesa di conoscere l’esito di una disputa che va oltre la mera tecnica agronomica, ma si addentra nei meandri filosofico-culturali di una zona, va segnalato che proprio nell’ultimo fine settimana di maggio si ripete la manifestazione Anteprima Vini della Costa Toscana. Sabato 27 e domenica 28 maggio, nella cornice della cinquecentesca Villa Bottini di Lucca, sarà un’occasione unica per degustare e valutare i migliori vini della vendemmia 2005. L’evento si propone come punto d’incontro tra giornalisti, produttori ed esperti del settore per disquisire sull’andamento dell’annata vitivinicola. Come a Bordeaux, si potranno assaggiare en primeur circa ottanta tra i migliori vini prodotti nelle provincie toscane bagnate dal mare. Lo si farà con campioni prelevati dalle botti e imbottigliati appositamente per l’occasione, in due modi: al banco di assaggio con tutti i campioni disponibili o a richiesta serviti al tavolo in sequenza. Sarà offerta anche la possibilità di degustare i medesimi vini delle vendemmie 2003 e 2004 in uscita sul mercato di quest’anno. I vini proposti sono tutti di gran pregio offerti da produttori famosi affiancati da altri emergenti. E a proposito di questi territori, va segnalato il terzo compleanno dell’associazione Grand Cru della Costa Toscana a opera di un gruppo di produttori vitivinicoli sul vino di qualità legato al territorio della Costa Toscana diretta a diffondere la cultura di una produzione enologica caratterizzata, oltre che alla vicinanza del mare e alle sue brezze, anche alla particolarissima esposizione alla luce del sole.