Sat vola tra i ribassi

Piazza Affari ha vissuto ieri una delle peggiori giornate dell’anno, travolta dal calo delle Borse mondiali. Gli indici hanno ceduto intorno al 2%, con scambi per circa 7,9 miliardi. Colpite soprattutto le blue chip, a partire da Fiat, in calo del 4,6%, e da Telecom (meno 2,9%) sull’effetto quest’ultima della trimestrale di Bt. I realizzi hanno colpito il comparto bancario, con flessioni intorno al 3% per Capitalia e Unicredit; unica nota positiva Carifirenze (più 0,4%), all’opposto Meliorbanca (meno 4,5%). Neppure le «semestrali» positive, come è il caso di Luxottica (meno 3,3%), sono riuscite a modificare il clima, mentre il limitato flottante ha penalizzato titoli come Cell (meno 12,5%), Indesit (meno 6,2%), Risanamento (meno 6,9%) e Bulgari (meno 4,2%). Impennata di Beni stabili (più 9,6%) ed esordio positivo della matricola Sat, la società che gestisce l’aeroporto di Pisa (più 10%), dopo una sospensione per eccesso di rialzo.