Satira e fumetto per una gran «Ghignata»

Una cinquantina di autori, con vignette, tavole e disegni originali nella tradizionale rassegna di umorismo e cartoon

Franco Sala

Il Centro culturale Pier Paolo Pasolini di Muggiò, piazza 9 novembre 1989, ospita fino a domenica la 12ª edizione de «La Ghignata», la rassegna di satira, umorismo e fumetto, che si distingue per l'originalità e il patrimonio dei suoi 500 mila pezzi originali custoditi dall'Associazione Fossati. La «Ghignata» espone lavori in originale, disegnati da una cinquantina di grandi autori, oltre a presentare opere di Antonio Terenghi, il papà di Pedrito el Drito, Teddy Sberla, Tarzanetto e molti altri personaggi. Con un ricordo di Umberto Manfrin, il disegnatore di Tiramolla, scomparso quest’anno e tra i maggiori supporter dell’Associazione Franco Fossati. Una sezione speciale sarà dedicata ad «Arco e Arcieri», preziosa raccolta di fumetti, disegni e materiale vario legati al tema dell’arco: e domani nel Palazzetto Parri di via Monte Grappa si arricchisce con l’esibizione - patrocinata da «Fitarco» - di arceri italiani, impegnati in una gara amichevole. In questa edizione della «Ghignata» appassionati e semplici neofiti avranno modo di ammirare le più gettonate vignette di Gianni Ardusio, storico collaboratore di «Smemoranda», e di Athos Careghi, fumettista conosciuto per le sue impareggiabili vignette pubblicate da «Intrepido», «Monello», «Bertoldo» e «Candido». Per non dire di Gianni Chiostri: le sue vignette sono state pubblicate sulla «Stampa», «Avvenire» e «Giornale».