La satira di Franchini sul mondo del libro

«“Allora, don Procolo, le piacciono i libri di quest’anno?” chiese, così, tanto per rompere il ghiaccio. “Buoni p’appiccia’ ’o fuoco” disse il venditore. “Come?” “Sentite, io capisco che scegliere i libri e nu mestiere difficile. Capisco ca ccà tutti vonno scrivere e nisciuno vo’ leggere, però, dico io, primma ’e ci presenta’ ’sti libri passateve ’na mano ’ncoppa ’a cuscienza!». C’è la Buchmesse. C’è l’Editore. C’è un dirigente a cui tutti dicono sì perfino quando raglia. C’è il ridicolo poeta Nicola Cattabiani, autore della Dissimulazione del decoro. C’è don Procolo, dissacrante venditore. L’autore di Memorie di un venditore di libri (Marsilio) è Antonio Franchini, editor Mondadori, uno che ha tenuto a battesimo Saviano. E certi segreti li conosce bene.