Saviano: «In esilio? Solo per lavoro»

Roberto Saviano (nella foto), personaggio dell’anno 2008 secondo un sondaggio online promosso dal tg di Italia1 Studio Aperto, ringrazia i fan per l’affetto e cambia idea sulla decisione di abbandonare l’Italia. «Il mio sogno è quello di tornare alla mia terra, di continuare a resistere nel mio paese, quindi in realtà se dovessi andar via sarà per una questione operativa piuttosto che una scelta di esilio». Lo scrittore minacciato dalla camorra, condannato a una vita sotto scorta, risponde così «alle persone che mi sono state vicine, la mia vera protezione. Sento che la mia parola è amplificata da questa solidarietà». Dunque solo un falso allarme l’annuncio di voler emigrare per via dell’indifferenza di molti concittadini? «Pensavo di andar via - ha chiarito Saviano ai microfoni del tg - per continuare a lavorare, una dimensione per me necessaria».