Saviano primo Ma la Rowling corre da sola

La classifica inizia a sentire un po' di spinta natalizia e il numero delle copie vendute si innalza leggermente, senza peraltro grandi stravolgimenti. In vetta resta anche questa settimana Roberto Saviano, che con La paranza dei bambini (Feltrinelli) era decollato lentamente, ma ora sembra macinare copie a buon ritmo. Questa settimana è a 15mila e cinquecento. A inseguirlo Alessandro D'Avenia con L'arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita (Mondadori). Si attesta poco sopra le 10mila copie. Quanto basta per tenere dietro Carlos Ruiz Záfon che irrompe ai piani alti della classifica con Il labirinto degli spiriti (Mondadori), ultimo capitolo della tetralogia Il cimitero dei libri dimenticati, che supera le 9mila e duecento copie.

Lo scrittore di Barcellona fa però scivolare al quarto posto Valter Longo e la sua miracolosa Dieta della longevità (A. Vallardi). Longo mantiene un buon passo, 7mila copie, ma forse il clima delle festività incipienti e l'idea di una dieta simula-digiuno non si sposano tanto. Al quinto posto troviamo invece J.K. Rowling con Harry Potter e la maledizione dell'erede. Parte uno e due (Salani). Dopo l'esplosione iniziale, ora la Rowling si mantiene a metà della top ten, poco sotto la soglia delle 7mila copie. Ma attenzione, se si guarda la classifica per ragazzi, la «maghessa» è presente con ben sette titoli della saga potteriana. Se li si somma tutti si arriva alla bellezza di oltre 14mila copie la settimana. Questo dà l'idea di quanto la Rowling sia tornata a vendere in questo periodo.

Va poi segnalato che i Mates, gli youtuber di cui vi abbiamo spesso parlato, stanno mostrando una resistenza notevole in Top ten. Spesso gli autori nati in Rete scompaiono dopo una breve fiammata. In questo caso la fiammata ha prodotto una duratura brace. Veri amici (Mondadori Electa) è al nono posto con poco meno di 4mila cinquecento copie. Wilbur Smith è già sparito dalla Top ten...