Savignone Musica medievale per ricordare Santa Caterina

Appuntamento da appassionati quello di domani sera alle 20.45 a Savignone nella chiesa parrocchiale con il concerto «Ave donna sanctissima: musica al tempo di Santa Caterina Fieschi Adorno» con musiche dei secoli XV-XVI, a cura dell’ensemble Orientis Partibus di Assisi. Ingresso libero, introduzione di Vladimiro Vagnetti sulla musica e gli strumenti musicali al tempo di Caterina. L’ensemble di musica medioevale e rinascimentale degli Orientis Partibus, nato ad Assisi agli inizi degli anni Novanta, ha all’attivo tournée in Italia, Francia, Germania, Polonia, Olanda, Austria, Finlandia, Ungheria e Australia. Il gruppo esegue con fedeltà filologica le antiche arie, suonando anche strumenti musicali oggi scomparsi, ricostruiti secondo le fonti iconografiche dell’epoca. A Savignone si esibirà in una panoramica sul repertorio polifonico sacro della seconda metà del Quattrocento, comprese alcune composizioni firmate Antonius Januensis, compositore quasi sicuramente genovese. La serata culminerà nella prima esecuzione moderna di un «Magnificat» composto in ambiente francescano fra il 1470 e il 1480, quindi proprio negli anni della conversione di Santa Caterina. L’ensemble Orientis Partibus è composto da: Luca Dellacasa, voce; Valeria Puletti, viola e voce; Marco Becchetti, viola da gamba; Fabrizio Lepri, viola da gamba; Giovanni Brugnami, flauti diritti e traverse rinascimentali; Vladimiro Vagnetti, bombarda, salterio e flauto diritto. Il concerto è inserito nella manifestazioni in ricordo del 5° centenario della morte di santa Caterina Fieschi Adorno.