Saviotti nel cda Arriva il dividendo

da Milano

Pier Francesco Saviotti entra a far parte del consiglio di Telecom Italia Media. Lo ha deliberato l’assemblea dei soci, su proposta dell’azionista di maggioranza Telecom Italia. L’esercizio 2005 di Ti Media ha riportato un utile netto consolidato pari a 800,9 milioni e ricavi consolidati pari a 180 milioni, in crescita del 16,4%, a livello organico, nei confronti dell’anno precedente. L’assemblea ordinaria degli azionisti dell’azienda ha inoltre deciso la distribuzione di un dividendo dell'ammontare complessivo di circa 550 milioni. In dettaglio l’assemblea ha approvato i seguenti importi: 0,1643 euro per ciascuna azione ordinaria e 0,1679 euro per ciascuna azione di risparmio. Il dividendo spettante agli azionisti di risparmio - viene spiegato in una nota - comprende anche il dividendo privilegiato per gli esercizi 2003 e 2004. L’esercizio 2005 - afferma l’azienda - è stato positivamente influenzato dalle operazioni previste nell’ambito del piano di riassetto delle attività Internet del gruppo Telecom Italia annunciato il 4 aprile del 2005. In particolare, il primo giugno Telecom Italia Media ha finalizzato la cessione delle attività di Virgilio e Tin.it a Telecom Italia ad un prezzo complessivo di 950 milioni realizzando una plusvalenza di 901 milioni. Nello stesso mese la società ha completato il buyback su azioni ordinarie e su azioni di risparmio proprie, con un esborso complessivo di 147,7 milioni. Nel secondo semestre, inoltre, sono stati acquistati i rami d’azienda Elefante Tv e Delta Tv, per un importo complessivo di 128,5 milioni ed è stato stipulato un accordo per la cessione del gruppo Buffetti.