Savona, Canavese riprende in mano il timone

Pienezza dei poteri: ora è ufficiale, Cristoforo Canavese ha ricevuto ieri il decreto di nomina di presidente dell’Autorità Portuale di Savona.
A tutti gli effetti, si tratta di una conferma, visto che Canavese ha già guidato, con generale soddisfazione, lo scalo della città della Torretta negli ultimi quattro anni.
La cerimonia di insediamento si è svolta in mattinata presso la sala conferenze dell’Autorità Portuale alla presenza, fra gli altri, del comandante della Capitaneria di porto di Savona, Franco Pescatori.
All’incontro erano presenti anche i maggiori rappresentanti delle istituzioni locali e regionali, dall’assessore regionale Carlo Ruggeri al presidente della Provincia Marco Bertolotto, dal prefetto Nicoletta Frediani al questore Giovanni Trimarchi, ai responsabili della polizia, dei carabinieri e della Guardia costiera.
Sessant’anni, laureato in ingegneria civile, Canavese ha ottenuto ampi e «trasversali» consensi dal mondo politico e dagli operatori portuali, che si sono espressi a suo favore nel momento in cui si doveva decidere la riconferma.
«Il lavoro del presidente Canavese a Savona - ha sottolineato in particolare nel corso della cerimonia di ieri il presidente della Provincia Bertolotto - è stato egregio, siamo tutti con lui e il porto non potrebbe avere di meglio».
«Non voglio abbandonare i progetti che abbiamo messo in piedi in questi quattro anni - ha replicato, dal canto suo, Canavese - . Gli apprezzamenti fanno piacere da un lato e dall’altro spaventano: quando le aspettative sono troppo alte si rischia di deludere».