Savona Candidato sindaco sorpreso al seggio: indagato

Da assessore provinciale ad aspirante sindaco. Una corsa in salita che ora non gli risparmia neppure l’iscrizione nel registro degli indagati per una leggerezza che Paolo Marson (nella foto) rischia di pagare a carissimo prezzo. Il candidato sindaco sostenuto da Pdl, Lega Nord, Giovane Savona e un’omonima lista civica è stato sorpreso mentre si aggirava per i seggi elettorali nel giorno delle votazioni. Così Marson è finito nel mirino della Procura della cittadina ligure. La «marachella» non gli ha giovato. In città si è sparsa la voce e ora Marson è in difficile rincorsa dietro il suo avversario, quel Federico Berruti, primo cittadino uscente a caccia di riconferma. La presenza di Marson è stata verbalizzata dal presidente del seggio elettorale, subito dopo che il candidato sindaco è stato fermato dalla polizia municipale. Gli agenti gli hanno immediatamente contestato la violazione della legge.