A Savona il coordinatore è Stroscio

A Savona, Forza Italia, dopo due anni di commissariamento affidato all'ex senatore Stanislao Sambin, ha eletto il suo nuovo coordinatore cittadino. Si tratta di Bernardo Stroscio, 68 anni, ex direttore dell'Acts, chiamato a ricoprire questo ruolo grazie alle 125 preferenze ottenute su un totale di 160 votanti durante il congresso svoltosi domenica.
La scelta è ricaduta su di lui, che si considera al sopra delle parti, come figura di mediazione tra le due anime antagoniste all'interno del partito: quella ex liberale che fa capo all'on Enrico Nan e quella ex democristiana, che ha come punto di riferimento l'ex vice presidente della Regione, Franco Orsi. «Non appartengo ad alcuno schieramento ed intendo cominciare subito a lavorare, convocando gli eletti del partito», ha dichiarato Stroscio.
La sua candidatura ha, dunque, messo in riga i candidati che, alla vigilia del congresso, erano in lizza: il consigliere comunale Filippo Marino, vicino a Nan, Marco Sapienza, appartenente all'ala cattolica e soprattutto Emilio Barlocco, ex assessore al comune di Savona e portavoce di Forza Italia, che, grazie alla sue capacità e alla lunga militanza nel partito, aveva gestito con abilità anche il rapporto con le altre forze politiche e avrebbe potuto essere egli stesso un elemento di mediazione.
Il veto alla sua candidatura è stato posto da Nan, il cui gruppo ha conquistato 10 delegati al prossimo congresso provinciale, contro i 9 di quello di Orsi.