Savona, donna uccisa con tre colpi di accetta In manette un 89enne

Rosanna Piattino, 65 anni, è stata trovata agonizzante nel campeggio del genero. L'omicidio è avvenuto dopo una lite con un ex dipendente della struttura

Savona - Una lite finita male quella che ha coinvolto la 65enne Rosanna Piattino e Matteo Giordano, 89enne, ex dipendente del camping in cui la donna viveva. Al termine del litigio avvenuto intorno alle 10 nel bar della struttura, infatti, l'uomo HA afferrato un'accetta e ha colpito mortalmente tre volte la Piattino. La donna era la suocera del titolare del campeggio San Martino in località Le Manie, sulle alture di Finale Ligure, e si trovava all’interno della struttura turistica quando pare sia scoppiata la lite.  A scoprire la donna agonizzante sul pavimento è stata la figlia che ha avvertito il 118 e tentato di inutilmente di rianimare la madre. Ad indagare sull’omicidio sono i carabinieri della compagnia di Albenga, coordinata dal capitano Sandro Colongo. Giordano, ancora con l’accetta tra le mani, ha incrociato la figlia della vittima mentre si allontanava. È salito a bordo della sua auto in direzione Spotorno ed è andato a costituirsi.