Savona e Recco è il derby da tripla

Paolo Lonegro

Turno infrasettimanale per il campionato di pallanuoto: oggi in vasca la terza giornata di fase due, con la solita, incredibile sovrapposizione alle coppe di calcio. E proprio la Liguria sarà la più colpita: a genova, alle 17 con diretta su Rai Sat, c’è Sacil Nervi – CN Salerno, a Camogli, alle 20,30 c’è Camogli – Banca Nuova palermo, ad Imperia ci sarà il derbissimo fra Filanda Carisa Savona e Pro Recco. Proprio questa sarà la gara top della giornata. Sarà il derby nr 24. Dei ventitrè fin qui giocati 16 ( il più pesante per il Recco nel 1984 18-4) sono stati vinti dai padroni di casa, cinque pareggiati e due soli vinti in trasferta dalla Pro. (nel 1988 8-10, e nel 2001 8-9). Gara importante, gara che, come dice Claudio Mistrangelo, «si risolverà nei minuti finali». Gara in cui la Pro Recco dovrà rinunciare ad Alessandro Calcaterra, ed in cui è in forse Daniele Bettini. «Sono cose che capitano – afferma il tecnico dei biancocelesti- lo sappiamo bene, anche se il fatto che accadano tutte assieme ci complica il lavoro. Non siamo a caccia di alibi e cercheremo di giocare come sappiamo anche senza Calcaterra, sperando di recuperare almeno Bettini».
Savona alle prese con qualche raffreddatura di stagione e nulla più. Ma timoroso dei cugini.« Il Recco è lanciato – dichiara “mago” Mistrangelo – è un gruppo ben affiatato, di qualità.» Segno che il buon lavoro di Porzio si sente eccome. Delle due formazioni, nel tragitto fin qui percorso, è il savona che non ha proprio convinto.« Dobbiamo capire – continua Mistrangelo – che da oggi ci sono le partite che contano. Dobbiamo imparare a soffrire per portare a casa i punti necessari a mantenere la testa della classifica.» Arbitreranno Bianchi e Rotunno. Arriva alla Sciorba la matricola Salerno ( arbitri Taccini e Zappatore): d’obbligo la tripla per una gara che vede due tre quattro squadre del girone A lottare per i due posti dei play off lontano dall’incognita spareggi promozione. Il Salerno è squadra compatta, che non si arrende mai. Per Luca Giustolisi, tecnico nerviese, una bella gatta da pelare. Ultima ligure impegnata nel girone A, il Chiavari: trasferta difficilissima a Napoli, contro il Posillipo ( Bacis e Riccitelli). Entrambe le squadre sono reduci da una sconfitta: ma se i rossoverdi di De Crescenzo, pur privi di Felugo, cercheranno la vittoria a tutti i costi, per i verdeblu di Rus, èì già un problema pensare come limitare i danni. Per il girone B, al Boschetto di Camogli (ore 20,30, arbitri Severo e Vitiello) arriva Banca Nuova Palermo. Non dovrebbero essrci problemi per la formazione di Radjenovic affrontare i siciliani, fermi al palo dopo due turni. Ma il Camogli, si sa, viaggia troppo a corrente alternata. Il team bianconero ha comunque un preciso dovere. Fare un bel regalo a Massimo Fondelli per la sua rielezione al vertice del club. L’altra ligure, il Bogliasco, sarà in trasferta a Padova ( Marchisello e Pascucci): in trasferta i liguri hanno fino ad oggi deluso. L’auspicio è che il riscatto venga proprio da questa sera.