Savona, partono i lavori per l’altro «Palacrociere»

Sono partiti ieri i lavori per il raddoppio del Palacrociere «Costa» di Savona con la costruzione della seconda stazione marittima. Messi a punto gli ultimi dettagli operativi, il 1° giugno l’Autorità portuale savonese ha consegnato in concessione l’area dove verrà realizzata la struttura, per la quale Costa Crociere investirà circa 9 milioni di euro. Completata la gara di appalto il 24 maggio scorso, l’assegnazione dell’incarico è stato affidata ad un raggruppamento temporaneo di imprese con capofila la Pdr Bianchi-De Rege spa di Genova e Aza-Aghito-Zambonini spa di Fiorenzuola. Il cantiere resterà aperto 15 mesi circa, con la previsione che a inizio settembre 2013, quando partirà la stagione di massima concentrazione di navi da crociera a Savona, il nuovo terminal sarà operativo per le prime navi. Per motivi di sicurezza, il cantiere verrà separato dal resto dell’area dedicata alle crociere con recinzioni, mentre l’attuale tensostruttura, utilizzata in presenza di tre navi contemporaneamente, verrà spostata sul lato opposto alla banchina del terzo accosto. Il secondo terminal avrà un’area complessiva di 3.500 metri quadrati. Sarà un terminal satellite, funzionalmente collegato alla stazione marittima esistente, con la possibilità, quindi, di utilizzare i servizi già presenti nel Palacrociere, ma in grado di operare come un terminal autonomo. Autonomo sarà anche il servizio di controllo, con una postazione per polizia, Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane. Gli studi professionali che hanno lavorato alla progettazione del secondo terminal sono tutti liguri: Studio Vicini Architetti (architetti Luigi Vicini e Andrea Piazza), che aveva già lavorato alla progettazione del Palacrociere e del Palacruceros di Barcellona; Studio Tecnico Ingegneri Montaldo e Canale; C.V.D. Progetti Srl.