Savona, tafferugli prima del comizio di Berlusconi

Una decina di persone sono rimaste contuse durante i tafferugli scoppiati ai margini di piazza
Sisto IV a Savona, circa un’ora prima del comizio del leader del
Pdl

Savona - Una decina di persone, sei manifestanti di sinistra e cinque poliziotti, sono rimasti contusi durante lievi tafferugli scoppiati ai margini di piazza Sisto IV a Savona, circa un’ora prima del comizio del leader del Pdl, Silvio Berlusconi. Medicati al pronto soccorso dell’ospedale savonese, gli undici sono stati giudicati guaribili in pochi giorni, al massimo cinque.

Una ventina di manifestanti, che indossavano maschere di carnevale con lunghi nasi alla Pinocchio, contestavano ai margini della piazza sotto i portici del Comune la manifestazione del Popolo della Libertà. Gli agenti di Polizia - ha riferito il questore di Savona, Trimarchi - hanno dapprima invitato i contestatori ad allontanarsi, ma questi hanno resistito scalciando e urlando. È stata necessaria così una breve carica di alleggerimento che ha sospinto fuori della piazza i manifestanti per assicurare il corretto svolgimento della manifestazione. È stata in questa occasione che si sono avuti i contusi. In una nota i candidati della Sinistra Arcobaleno Rita Lavaggi ed Antonio Bruno affermano che "l’immotivata carica della Polizia contro manifestanti antifascisti che esprimevano la propria opposizione al comizio dell’onorevole Berlusconi in maniera assolutamente pacifica è una brutta anticipazione di cosa potrà succedere, in termini di diritti umani e di espressione democratica, nei prossimi mesi".