Da Savona valanga di voti per Scandroglio

Anziché affievolirsi, come ci si poteva ragionevolmente aspettare, sempre più si intensifica l’arrivo in redazione dei voti ai concorrenti del gioco-sondaggio del Giornale per la scelta del miglior candidato alla presidenza della Provincia, nella prospettiva delle elezioni previste nel 2012. Tutto questo, a mano a mano che si avvicina la data fatidica del 31 dicembre, ultimo giorno di pubblicazione del tagliando di voto su queste pagine. Resta confermata, comunque, per i giorni immediatamente successivi, la possibilità di ricevere e conteggiare i tagliandi spediti per posta, in vista della composizione della graduatoria definitiva.
Anche ieri, intanto, si sono mobilitati i supporter dei protagonisti più accreditati, in particolare quelli che sostengono la candidatura dell’onorevole Michele Scandroglio: a suo favore si sta molto adoperando Fausto Benvenuto, capogruppo dei Promotori della libertà «Savona per Silvio». Egli stesso candidato, Benvenuto ha preferito convogliare disinteressatamente valanghe di voti per Scandroglio. Notevole - ma non si può parlare ormai di sorpresa - anche l’exploit di Cattaneo che mette in carniere un’altra sessantina di consensi. Più o meno altrettanti sono andati, sempre nelle ultime ventiquattr’ore, a Rosson, consigliere comunale del Popolo della libertà e affermato commercialista con studio a Sestri Levante.
Per il resto, prosegue la «cavalcata solitaria» di Pernigotti in testa alla classifica: anche ieri, la posizione si è ulteriormente rinforzata, ma la rincorsa e il recupero di Scandroglio fanno pensare che i fan di Pernigotti, attuale capoclassifica, non tarderanno a far sentire la propria voce e, soprattutto, il proprio assalto alle edicole per accaparrarsi i tagliandi. Lo stesso Pernigotti scrive: «Ringrazio Andrea Cambiaso e gli amici Arancioni che da Genova hanno dato forza e sostegno al mio lavoro attraverso la raccolta e l’invio di tagliandi firmati e motivati. Ringrazio altresì - aggiunge Pernigotti - il Giornale per la correttezza e la trasparenza dimostrata ad oggi per questo “gioco“. Come afferma giustamente l’amico Cambiaso, sono ruvido e suscettibile, ma come altrettanto dimostrato attraverso l’apprezzamento dei cittadini, ho dato dimostrazione di aver lavorato tanto per il bene della comunità; lo testimonia la miriade di critiche e proposte portate in consiglio provinciale».