Il sax di James Carter suona due volte

Un doppio concerto, il primo alle 21 il secondo alle 23 (prezzo: 10 euro), per fare la conoscenza musicale del sassofonista James Carter. Un’occasione, quella offerta questa sera dalla Casa del Jazz, per scoprire quello che negli anni ’90 nell’onda neo-bop, fu subito chiamato «il nuovo messia del jazz», grazie a una tecnica mozzafiato su tutta la gamma dei sassofoni e principalmente su sax tenore, soprano e baritono. Il suo ultimo album, «Gardenias for Lady Day» è un omaggio alla grande Billie Holiday ed evoca la sublime tristezza e lo spirito tormentato della sua musica. Alla Casa del Jazz, in una sala piccola ma dall’ottima acustica, il pubblico apprezzerà un trio che riunisce l’organo Hammond, la batteria e il sassofono di Carter. Una combinazione atipica per due set di grande musica.