Il sax di Tonolo celebra il genio di Tristano

Lennie Tristano, pur essendo considerato uno dei maggiori maestri della storia del jazz come autore, come pianista e come insegnante, continua a incontrare scarsa fortuna - a quasi trent’anni dalla morte - presso i discografici, i critici e i musicisti. Con i primi prosegue la querelle che Tristano ebbe per tutta la vita, poiché le sue composizioni esprimono un mondo musicale severo, ragion per cui i suoi pochi dischi sono perlopiù fuori catalogo; i critici gli hanno dedicato finora due libri piuttosto magri; infine, non ci sono epigoni tristaniani fra i musicisti. Per queste ragioni va accolto con particolare favore questo eccellente cd che il sassofonista veneziano Pietro Tonolo dedica a Tristano nell’àmbito di un progetto destinato a riproporre la musica «di uno dei grandi rivoluzionari musicali del secolo scorso». Con Tonolo collaborano Roberto Rossi trombone, Paolo Birro pianoforte, Aldo Zunino contrabbasso e Alfred Kramer batteria. Si possono ascoltare sette brani di Tristano, di cui uno (Turkish mambo) in due versioni, uno di Tonolo (Called love) e Lee’s Donna che è la trascrizione di un solo di Lee Konitz in una registrazione del tema parkeriano di Donna Lee.

Pietro Tonolo Lennie’s Pennies (Blue Serge)