Sbarca la Coppa America e fa rotta sul Campidoglio

Campidoglio, sala della Protomoteca, sopra un banchetto campeggiano due trofei: la mitica coppa America e la Louis Vuitton cup. È la prima volta che le coppe «approdano» a Roma e lo fanno in grande stile alla presentazione ufficiale della «Road to Valencia» tenutasi ieri mattina. La coppa America, dopo aver lasciato la città di Ginevra, ha intrapreso il viaggio verso la Spagna e verso la città di Valencia che ospiterà la fase finale. Mancano 108 giorni al via e 11 team si daranno battaglia sulle acque della città spagnola per l’ultima e decisiva fase della «America’s Cup» giunta alla trentaduesima edizione. In Campidoglio il vicesindaco di Roma, Maria Pia Garavaglia e Gianni Rivera, consigliere per le politiche sportive del Comune, hanno accolto con molto entusiasmo i trofei. Ospiti d’onore alcuni dei velisti che parteciperanno alla manifestazione velica. In rappresentanza del defender - il vincitore dell’ultima edizione - Francesco Rapetti, capitano di Alinghi. Per Luna Rossa è intervenuto Romolo Ranieri alla sua terza campagna e, con lui, Roberto Ferrarese, allenatore di +39, uno dei nuovi sfidanti (challenger). Non ultimo Mauro Pelaschier già timoniere di coppa e ora allenatore di Mascalzone Latino. «Il buon vento porta l’America’s Cup a Roma, che si offre come ambasciatrice del mare - dice il vicesindaco Garavaglia - un evento importantissimo che anima anche i meno appassionati di vela». Le imbarcazioni sono pronte, dunque non resta che augurare agli equipaggi: «Buon vento!».