A Scabin il premio Bmw

È stato assegnato a Davide Scabin il premio Bmw Guida d’Italia «Creatività in cucina». Il quarantenne cuoco del ristorante «Combal.zero» di Rivoli (Torino), noto per la cura con cui presenta i suoi piatti, che gli ha fatto guadagnare la fama di chef-designer, è stato premiato in occasione della serata di apertura di «Identità Golose», il congresso di cucina d’autore ideato e curato dal nostro collega Paolo Marchi, è che si è svolto a Milano nei giorni scorsi. Scabin è stato scelto tra i 22 chef e i 18 «professionisti del dolce» invitati a partecipare ai lavori. Il premio «Creatività in cucina» è giunto alla sua seconda edizione. Lo scorso anno fu assegnato a Carlo Cracco.
C’è Colonna in libreria.
Continua il tour delle librerie romane per presentare la guida «Ristoranti d’Italia 2006» del Gambero Rosso. Il prossimo appuntamento è per oggi alla libreria Mondadori in via Piave 18. Interverrà lo chef di Labico Antonello Colonna, «tre forchette» nella guida stessa.
Dacci oggi il vino quotidiano.
Esce il «Breviario dei Vini 2006», guida della Carlo Cambi Editore dal pratico e maneggevole formato tascabile (9x18), che si prefigge di fornire uno spaccato autorevole della produzione enologica italiana al di sotto dei 15 euro. L’obiettivo del volume è offrire al lettore l’opportunità di scegliere 365 vini per 365 giorni.
Dol, qualità in periferia.
Si chiama Dol ed è uno spazio polifunzionale inaugurato pochi giorni fa in via Domenico Panaroli 6 a Centocelle. Uno spazio tutto dedicato ai prodotti del Lazio. Vi si trovano infatti 314 prodotti tradizionali rispondenti al D.M. 350/99, 13 tipici (Dop, Igp e Stg), 27 vini doc e 4 Igt. Dol si differenzia da esercizi commerciali analoghi perché seleziona direttamente sul territorio le aziende e i prodotti di qualità. Oltre alla vendita diretta Dol organizza gruppi di acquisto e si inserisce in un contesto di commercio equo e solidale in sostegno di piccole realtà produttive.
Castelli, Santarelli presidente.
È Fabrizio Santarelli, titolare della Castel de Paolis, il nuovo presidente della Strada dei Vini dei Castelli Romani, dopo le dimissioni di Antonello Colonna. «La sfida che ci attende è impegnativa - ha detto Santarelli - ma non ho dubbi che tutti insieme riusciremo a centrare l’unico obiettivo possibile: far sì che la Strada dei vini dei Castelli romani entri nei sogni e nei desideri di tutte le persone in Italia e all’estero che amano coniugare arte, cultura, gastronomia all'arte del buon bere».