Scagionato dal Dna: non è lui l’assassino della baby-reginetta

Il Dna ha chiarito ogni dubbio: non è lui l’uomo che ha ucciso la piccola Barbie d’America Jon Benet Ramsey la notte di Santo Stefano del 1996. John Mark Karr, 41 anni, arrestato una settimana fa in Thailandia, reo confesso, è solo un mitomane. Gli inquirenti ritengono, infatti, che fosse così ossessionato dal caso della baby modella al punto da addossarsi tutte le colpe. Ieri sera Karr ha lasciato la prigione di Boulder in Colorado ed è tornato libero. «L'ordine di cattura a carico del signor Karr è stato revocato dal procuratore distrettuale», ha affermato il suo legale. «Non intendono procedere con il caso». Il giallo resta ancora aperto.