Scaglia: «Forse altri dividendi straordinari»

Continuano a crescere gli abbonati di Fastweb anche nel mese di aprile. Ieri il presidente Silvio Scaglia lo ha confermato all’assemblea degli azionisti che ha deciso la distribuzione del dividendo straordinario pari a 300 milioni di euro, ossia 3,77 euro ad azione. A Scaglia andranno così 75 milioni di euro esentasse perché provenienti dal fondo straordinario della società e non da utili. «Nel primo trimestre abbiamo completato la rete e raggiunto 794mila clienti - ha spiegato Scaglia - ho fiducia che potremo raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti per il 2006 e gli anni a venire, ossia un aumento del 30% di crescita media del fatturato e più 40% per l'ebitda». Scaglia ha ripetuto che dopo aver valutato e scartato nei mesi scorsi possibili partner ora «abbiamo girato pagina, Fastweb ha prospettive interessanti per svilupparsi in modo indipendente e per ora va avanti da sola». Il presidente ammette comunque la disponibilità a valutare eventuali nuove offerte che dovessero arrivare. «L'obiettivo prioritario è mantenere un rapporto debito/ebitda tra 2 e 3 volte. Ora abbiamo un debito molto basso e dunque non escludiamo altri dividendi straordinari» - ha spiegato. Fastweb ha chiuso il 2005 con 967,8 milioni di euro di fatturato e oltre 305 milioni di ebitda. La perdita è stata di 125 milioni. Ieri la società ha perso in Borsa il 2,2%.