Scajola: "Class action ? In vigore da gennaio"

Il ministro delle Attività produttive: "La legge non verrà abbandonata. Semplicemente ha bisogno di qualche ritocco. In questo modo si avrebbero solo ricorsi che si accumulano senza risultati". E convoca il tavolo dei consumatori

Milano - Un restyling e via. La legge sulla class action entrerà in vigore a partire dal 1 gennaio dopo un "percorso di revisione con le parti interessate". Lo garantisce il ministro per le Attività produttive Claudio Scajola a margine di un incontro a Palazzo Marino, aggiungendo che "il governo è favorevole al provvedimento. Qualcuno - ha spiegato Scajola nel corso di un incontro con la stampa - ha interpretato il rinvio dell’entrata in vigore della legge come un disconoscimento della sua validità, ma non è così".

Normativa valida Secondo Scajola la normativa sulla class action è "di assoluta validità e importanza per i consumatori" però, secondo il ministro, "per produrre effetti positivi ha necessità di essere ritoccata" perché "abbiamo il sospetto che così com’è porterebbe a vagoni di ricorsi senza giovare ai consumatori". L’obiettivo invece deve essere, secondo il ministro Scajola, "dare giustizia a chi si sente danneggiato". Scajola ha poi annunciato la convocazione per domani del "consiglio nazionale dei consumatori per discutere insieme alle parti coinvolte i ritocchi al progetto di legge".