Scajola: «Più porticcioli per sviluppare il turismo ligure»

«I porti sono una grande opportunità per l’Italia, ma bisogna sconfiggere il partito del no, formato da chi non vuole mai nulla che abbia il sapore di progresso». Lo ha dichiarato il ministro delle Attività Produttive, Claudio Scajola, al Portosole di Sanremo, nel corso del convegno «l’Italia sale in barca. Porti turistici, una nuova frontiera per la Liguria». «Una grande opportunità per l’Italia - ha aggiunto Scajola - ma noi siamo molto indietro in confronto ad altri Paesi. Per puntare sul turismo, dunque, bisogna puntare anche sulla nautica. Abbiamo uno dei mari più belli del mondo e un gap sul piano delle infrastrutture portuali. Siamo i primi al mondo nella costruzione di imbarcazioni, abbiamo fatturati crescenti in maniera significativa, ma ci sono ancora pochi porti. È evidente che questi ultimi debbano inserirsi nell’ambiente, ma c’è anche bisogno di dare occupazione e di sviluppare l’economia».
Il ministro alle Attività Produttive e il costruttore Francesco Caltagirone del gruppo Acquamarcia ieri sono stati i principali relatori del convegno organizzato dall’associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti d’Azienda (Aidda), e dal Gruppo Cozzi Parodi, con la collaborazione della Banca Carige.