Scajola: "Sulle bollette ogni famiglia risparmierà fino a 3mila euro all'anno"

Il ministro dello Sviluppo economico: &quot;La diminuzione del petrolio porterà nel 2009 a un risparmio sui costi energetici di 2.800-3.000 euro per ogni nucleo familiare&quot;. Alimentari: &quot;Necessario accorciare la filiera&quot;. <strong><a href="/a.pic1?ID=311444">Eco-bonus, Tremonti</a></strong>: &quot;Il taglio agli sgravi non sarà retroattivo&quot;

Roma - In questo periodo di crisi riuscire a risparmiare può essere un vero e proprio toccasana. Il prossimo anno le famiglie potrebbero riuscire a risparmiare un bel po' di soldi, tra i 2.800 e i 3.000 euro, sulle bollette di luce e gas e i carburanti. La stima - fatta tenendo conto dei consumi medi e dei ribassi del prezzo del petrolio - è stata resa nota dal ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, nel corso di un’audizione alla Commissione agricoltura alla Camera.

Bollette più leggere "La diminuzione del costo del gasolio, della benzina e la conseguente diminuzione del gas e dell’elettricità porterà ad un risparmio sui costi energetici nel 2009 di 2.800-3.000 euro a famiglia" ha detto Scajola.

Ulteriori cali "Il prossimo anno - ha aggiunto - questo trend di diminuzione proseguirà e prevediamo che sia ad aprile sia a giugno ci sarà un ulteriore calo delle tariffe di luce e gas che - ha ricordato - da gennaio dovrebbero diminuire rispettivamente del 4 e dell’1 per cento".

Alimentari: accorciare la filiera Uno dei fattori strutturali che "incide pesantemente sul prezzo dei prodotti alimentari è la lunghezza della filiera di distribuzione". Per Scajola "una riduzione della filiera comporterà una riduzione dei costi". Il ministro ha aggiunto che il dicastero da lui guidato "si è tempestivamente attivato" con una apposita task force tra industria agroalimentare e distribuzione commerciale "con l’obiettivo di ottimizzare i rapporti contrattuali fra i due punti della filiera, così da ridurne i passaggi. Prima di Natale - ha annunciato - la task force dovrebbe concludere una prima parte del lavoro e presentare i primi risultati".