Scala Annullato lo sciopero degli orchestrali, salva la «prima»

Fumata bianca: dopo una giornata di trattative, nella serata di ieri è arrivato l’accordo sul contratto integrativo dei dipendenti della Scala, che il sindacato autonomi Fials non aveva accettato annunciando uno sciopero per la «prima» del «Don Carlo» in programma il 7 dicembre. A questo punto toccherà all’assemblea degli iscritti al Fials, fra i quali la metà degli orchestrali e una trentina di coristi, ratificare la decisione. Ma l’ipotesi dello sciopero appare ormai tramontata. Nel pomeriggio di ieri si era risolta positivamente anche la controversia fra la Scala e il corpo di ballo che metteva a rischio la prima della «Bayadère» con Roberto Bolle del 17 dicembre. Oggetto del contendere era l’assunzione di 15 ballerini di fila. Dopo l’ultimo concorso del 23 e 24 novembre ne erano stati assunti solo otto e Cgil, Cisl e Uil avevano protestato. I sette posti, secondo l’accordo, saranno assegnati nei prossimi mesi a seguito di un nuovo concorso al quale potranno partecipare anche i candidati esclusi dalla prima assegnazione dei posti.