Scala, in forse la Messa da Requiem

Resta ancora un giorno per scongiurare lo sciopero dei lavoratori della Scala. Che, salvo coup de théâtre, è confermato per domani sera in occasione della Messa da Requiem di Verdi diretta da Daniel Barenboim. Una decisione ribadita, e finora non ritirata, delle assemblee di reparto impegnate nella vertenza per la contrattazione integrativa che dura da tre mesi ed è ancora, hanno ribadito i sindacati, al punto di «non confronto». In mancanza di risposte da parte del teatro, lo sciopero è deciso. Da quando è sovrintendente Stephane Lissner tira un’aria migliore nelle relazioni sindacali alla Scala, i sindacati lo riconoscono: «I lavoratori hanno però fatto un patto col sovrintendente - ha spiegato la Cgil - e hanno iniziato un percorso che ha portato a risultati tangibili: la produttività è aumentata dal 22 al 30% e la Scala, unico fra i teatri lirici italiani, l’anno scorso ha chiuso in attivo. Ora, queste cose, nell’ambito di un contratto integrativo, non possono essere ignorate».