Alla Scala il via di Milano Musica

Matthias Pfaender

Milano apre le porte dei suoi teatri più prestigiosi alle sonorità della musica contemporanea, con una kermesse di ampio respiro.
Al via da venerdì 22 settembre fino al 9 novembre la quindicesima stagione di Milano Musica, dedicata quest’anno ai «Percorsi di musica d’oggi», l’evento intercalato ai più altisonanti festival monografici che dà spazio ai molteplici orizzonti estetici della musica alta del Novecento.
Particolarmente significativa l’inaugurazione della rassegna, che avrà luogo nel teatro simbolo della città, la Scala, con le rappresentazioni del Sancta Susanna di Hindemith e Il dissoluto assolto di Azio Corghi. Sarà quindi la volta, venerdì 29 in Sala Puccini, del Quartetto Prometeo, giovane gruppo italiano che eseguirà un programma di classici del Novecento.
Il Conservatorio ospiterà anche, domenica 1° ottobre, un Omaggio a Sylvano Bussotti per il suo 75° compleanno e un ricordo di Niccolò Castiglioni, nel decimo anniversario della scomparsa. Il concerto sarà affidato ad uno storico gruppo veneziano, l’Ex Novo Ensemble, formazione fondata da Claudio Ambrosini.
Un gruppo di solisti sarà il protagonista della quarta serata, ospitata nella Sala delle Colonne del Museo della Scienza e dedicata ai contemporanei italiani: tra le proposte Franco Donatoni (Françoise Variationen) e Adriano Guarnieri (Solo di Donna), e due novità assolute di Sandro Gorli e Alessandro Melchiorre.
Prima assoluta all’Auditorium, mercoledì 4 ottobre: un’opera del triestino Fabio Nieder per voci sole ed elettronica. La sera successiva, sempre all’Auditorium, sarà la volta delle composizioni di Niccolò Castiglioni e Carlo Gesualdo da Venosa. Entrambe le esecuzioni saranno affidate ai Neue Vocalsolisten Stuttgart.
Domenica 15 va in scena la Francia con due fra i massimi compositori odierni, Hugues Dufourt e Gérard Grisey: l’Ensemble Court-Circuit diretto da Pierre-André Valade si esibisce al Dal Verme.
Tocca poi al Quartetto Keller con Hiromi Kikuchi esibirsi all’Auditorium il 22 ottobre con composizioni di Kurtág e Schubert, cui seguiranno il 29 in Sala Puccini il Dynamis Ensemble, il 4 novembre l’Orchestra Rai diretta da Lothar Koenigs in Conservatorio, l’Omaggio a Luciano Berio alla Scala l’8 novembre, per concludere il 9 con l’Ensemble Intercontemporain diretto da Pierre Boulez, sempre alla Scala, con musiche di Stravinskij, Mantovani e Boulez.