La scalata di Molinari: è 74° al mondo

Grande weekend per il golf italiano. Cominciamo da Francesco Molinari che ha offerto ancora una grande prova classificandosi terzo con 278 colpi (72 68 68 70), alla pari con l'inglese Graeme Storm, nell'Open de Andalucia de Golf (European Tour) disputato sul percorso del Real Club de Golf di Siviglia, in Spagna. Ha ottenuto il terzo titolo in carriera il 34enne danese Soren Kjeldsen (274 - 68 72 62 72) che solo alla 16ª buca ha piegato la resistenza dello scozzese David Drysdale (277 - 70 67 66 74), il quale ha rischiato di perdere il secondo posto in solitudine con una palla in acqua alla 18ª. Al quinto posto con 279 colpi lo scozzese Alastair Forsyth, al sesto con 280 il gallese Rhys Davies, il tedesco Marcel Siem e lo scozzese Andrew Coltart, al 14° con 283 il danese Thomas Bjorn e gli spagnoli Gonzalo Fernandez Castaño e Miguel Angel Jimenez dai quali i fans iberici si attendevano molto di più.
Molinari non è partito bene (52° con 72), ma la sua rincorsa è stata molto efficace: con due 68 è balzato al quinto posto, passando per il 16°. Anche il giro conclusivo è stato tutto in salita per un doppio bogey accusato alla 2ª buca. Con tre birdie, contro un bogey, si è portato in par alla 10ª, ma un nuovo errore alla 11ª lo ha rimandato sopra par. A quel punto sono entrate in ballo le sue grandi qualità e la sua determinazione che hanno prodotto un finale entusiasmante con tre birdie di fila, l'ultimo con un putt di quasi quattro metri.
Non hanno superato il taglio Emanuele Canonica, 119° con 149 (79 70), Federico Colombo 128° con 150 (78 72) e Alessandro Tadini, 142° con 152 (75 77). Stessa sorte anche per José Maria Olazabal, 106° con 148. Si è ritirato Lorenzo Gagli, che dovrà sottoporsi forse a un intervento chirurgico a una mano. Kjeldsen ha intascato 166.660 euro su un montepremi è di 1.000.000 di euro. Per Molinari 56.300 euro e la 23ª posizione nell'ordine di merito continentale(Euro 296.687) e 75° in quella mondiale.
E passiamo alle azzurre. La squadra femminile ha vinto la Copa R.C.G. Sotogrande European Nations Cup disputata sul tracciato del Real Club Sotogrande, in Spagna. Camilla Patussi, Alessandra De Luigi e Alessia Knight hanno concluso con lo score di 586 colpi (143 143 150 150) e hanno superato sul filo di lana la Spagna di Adriana Zwanck, Mireia Prat e Ines Diaz Negrete (587 - 146 145 143 153). Al terzo posto con 588 la Francia di Rosanna Crepiat, Marion Ricordeau e Lucie André.
Le italiane sono state le indiscusse protagoniste della gara: al comando nel primo e nel secondo giro, hanno subito la rimonta delle iberiche nel terzo, ma nella giornata finale, in condizioni atmosferiche difficili per il forte vento che hanno reso alti i punteggi, hanno fatto appello a tutta la loro determinazione per rimontare i due colpi di ritardo e conquistare un successo molto prestigioso superando due formazioni tra le più forti in Europa. Determinanti per lo score il 77 della Patussi e il 73 della De Luigi.