Scalatore italiano muore in Francia

Un alpinista italiano è morto ieri mattina sulla via normale della Grande Casse, nel massiccio della Vanoise, nel sud della Francia. La moglie è ferita in modo grave ed è ricoverata nell’ospedale di Grenoble. L’incidente, ha spiegato Damien Demetz, responsabile del soccorso della Savoia (Pghm), è avvenuto attorno alle 8, quando la cordata si trovava sul tratto più ripido del percorso, una via di ghiaccio con una pendenza massima di 45 gradi. I due alpinisti erano legati fra loro, ma non assicurati alla parete: con tutta probabilità l’uomo è scivolato trascinando la moglie in una caduta di oltre 300 metri. L’alpinista deceduto era membro del Cai (Club alpino italiano) di Torino.