«Scaldatevi bene e giocate larghi»

Provoca molti traumi ma può anche fare del bene. Basta saperla usare nel modo giusto. Anzi, secondo il fisioterapista e osteopata Arrigo Tesio, la Wii «può essere sfruttata anche per la riabilitazione. Ad esempio, proprio adesso la sto provando, e presto la utilizerò con un paziente colpito da ictus». Abbiamo chiesto a Tesio di stilare una breve guida per evitare le brutte sorprese.

A La regola numero uno? Giocare in spazi molto ampi. È la regola più importante per evitare i traumi. I giochi più pericolosi sono proprio quelli in cui si rischia di essere colpiti con forza, come la boxe, perché davanti a noi abbiamo il nulla.

B Prima di cominciare, bisogna fare allenamento mimando il movimento a freddo. Una sorta di riscaldamento prima di partire con la gara vera e propria.

C Prima di passare da un gioco a un altro, bisogna studiare bene i movimenti giocando in modo più «soft». Serve per capire le mosse e il raggio d'azione.

D Infine bisogna rispettare i turni delle persone con cui stiamo giocando. Anche in questo caso per evitare di prendersi un cazzotto in faccia.