La scaletta di Peter Gabriel decisa dai fan

Come si fa un concerto di musica dal vivo? Scoprirlo è facile: basta andare a vedere Peter Gabriel, grande maestro della performance live. Che siano spettacoli dalle trovate sceniche sorprendenti, come il Growing up live del 2003, o eventi più sobri come quello che andrà in scena oggi alle Capannelle, la qualità della proposta musicale è sempre una spanna sopra la media. Per il Warm up tour Gabriel si è circondato, come di consueto, di musicisti di gran classe: agli storici e imprescindibili collaboratori David Rhodes (chitarra) e Tony Levin (basso) si aggiungono il batterista Ged Lynch, il secondo chitarrista Richard Evans, la tastierista Angie Pollock e Melanie Gabriel, figlia del cantante e corista della band.
Dimostrandosi attento alle esigenze dei fan, Gabriel ha scelto i brani da suonare attraverso un sondaggio sul forum del suo sito. Nei giorni di prove, il cantante e la band hanno messo a punto un cospicuo numero di canzoni, in modo da poter proporre una scaletta diversa ogni sera, sempre in equilibrio tra grandi classici e gemme raramente eseguite dal vivo. Il pubblico ascolterà dunque Blood of eden, Sledgehammer, Solsbury hill, In your eyes, ma anche brani ripescati dai primi album di Peter Gabriel e noti solo agli appassionati. Come già successo per i tour precedenti, tutti i concerti vengono registrati professionalmente e poi venduti via internet, permettendo a chi è stato al concerto di portare a casa un ricordo tangibile dell’evento. I doppi cd delle Encore series sono ordinabili all’indirizzo www.themusic.com/encore/pg2007.
C’è da ricordare che la data romana di Gabriel precede di pochi giorni il grande evento del 14 luglio, che vedrà i Genesis riuniti al Circo Massimo. L'assessore alla cultura del comune di Roma, Silvio Di Francia, ha promesso che ricorderà a Gabriel l’appuntamento con i suoi ex-compagni, sperando in uno storico incontro sul palco. Nel frattempo, per ingannare l’attesa, non c’è soluzione migliore che godersi il concerto di uno dei pochi musicisti che hanno saputo costruire una carriera solista al livello degli exploit ottenuti con la band. Un artista che guarda sempre al futuro e che, album dopo album, riesce sempre a stupire con sonorità innovative e canzoni memorabili.