Scali nel caos «Sui voli per Roma solo posti in piedi» Alitalia sotto accusa

L’altro giorno è toccato al leader del Pd Dario Franceschini. Ieri al presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni. Due ore e 40 di ritardo l’uno, quasi un’ora l’altro. La colpa? Alitalia. Tratta incriminata: Milano-Roma.
Enac si giustifica: da gennaio è partita la fase di rodaggio. Tutti, compreso il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati, chiedono di mettere fine al monopolio di Alitalia sui voli Milano-Roma e di aprire il mercato alla libera concorrenza. Al coro si unisce anche l’ex sindaco di Milano Gabriele Albertini. L’unico tra i politici a viaggiare senza ritardi è l’assessore lombardo alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo: «Utilizzo Lufthansa da Malpensa. Ottimo servizio e ottima puntualità». Intanto Sea ha raggiunto l’accordo con i sindacati e da settembre lascerà a casa 390 dipendenti in prepensionamento.