Scambi boom: 9,7 miliardi

Piazza Affari in mezzo al guado nel tentativo di arginare l’ondata ribassista che ha travolto martedì tutti i mercati. Il risultato è stato un consolidamento della quota, ma gli indici principali (S&p/Mib e Mibtel) hanno subìto una ulteriore limatura intorno all’1%. Sul mercato si è riversato ieri un quantitativo di azioni doppio rispetto alle medie degli ultimi tempi, per un controvalore che ha sfiorato i 9,7 miliardi di euro (il record precedente, del 12 maggio 2006, era stato di 8,8 miliardi). Tra i singoli titoli, protagonista in negativo Enel, che ha perso il 2,6%, all’annuncio dell’acquisto della quota in Endesa. La notizia ha messo invece in movimento Autostrade, salita del 3,4%. In recupero Fiat (più 1,1%). La bufera che si è abbattuta su Piazza Affari ha penalizzato Omnia Network che, al suo debutto al listino, ha perduto il 7,25% rispetto al prezzo di 5 euro del collocamento.