Scambi culturali: anche il Giappone partner della città

Anche il Giappone diventerà partner di Milano per gli scambi culturali tra giovani e studenti. Il progetto è stato anticipato ieri dal presidente del consiglio comunale Manfredi Palmeri durante la visita a Palazzo Marino di una delegazione di alcuni parlamentari giapponesi. Il Giappone si aggiungerà così ai Paesi con i quali la Presidenza del Consiglio organizza gli scambi con le città gemellate o legate a Milano da rapporti di amicizia: Inghilterra (Birmingham), Irlanda (Dublino), Germania (Francoforte), Francia (Montpellier), Spagna (Santiago de Compostela) e Cipro (Limassol).
«Gli scambi tra giovani e studenti sono uno strumento utile per approfondire e strutturare i legami tra Paesi», ha spiegato Palmeri. «Ogni anno queste iniziative coinvolgono circa 300 milanesi, con un aumento delle richieste nel 2006. Per questo motivo – ha proseguito – abbiamo deciso di potenziare gli scambi, estendendoli anche al Giappone». All’incontro ha partecipato anche l’assessore alla Ricerca, Luigi Rossi Bernardi: «Abbiamo esaminato – ha spiegato – possibili progetti di collaborazione sul fronte della ricerca, dell’educazione e del capitale umano. Abbiamo anche fatto una valutazione della candidatura di Milano all’Expo 2015, per la quale i colleghi giapponesi hanno già offerto la loro collaborazione».