Scambi in forte calo

L’ultima giornata di Borsa, prima della interruzione pasquale, si è svolta senza particolari novità, se non le ultime reazioni al caso Telecom. Gli indici si sono rafforzati dello 0,1%, con la sola eccezione del Midex, finito poco sotto i livelli di mercoledì, mentre il volume degli affari, a poco più di 5 miliardi, è in forte calo rispetto alla media delle ultime settimane. In attesa di possibili sviluppi del caso, Telecom è salita dello 0,6% e Pirelli dell’1%; trascurate le holding del gruppo, mentre cedono di qualche frazione Mediobanca e Generali. L’interesse si è andato spostando verso i titoli energetici, ed in particolare sulle utilities, a seguito delle annunciate operazioni di concentrazione aziendale, con Aem che balza di un altro 1,5%. Ben tenuta Fiat nel giorno dell’assemblea, ma in calo Alitalia (meno 1,5%). Dopo la volata iniziale, la matricola Aicon corregge dell’1%, mentre tra i titoli minori balzo del 10% per Montefibre.