Scambi giù per la festività

La ridotta attività a Piazza Affari, per la giornata festiva, non ha impedito al mercato di realizzare nuove performance che consentono agli indici di «testare» nuovi massimi dell’anno. Gli indici principali hanno realizzato progressi intorno allo 0,5%, nonostante il calo di attività, ieri ferma a poco meno di 3,5 miliardi. Nei primi dieci mesi sono stati raggiunti i mille miliardi di controvalore, pari all’intero 2005. Sempre di scena le «popolari», con impennate per Pop. Spoleto, Etruria e Valtellinese, con la controllata Credito Artigiano. In graduale rafforzamento anche le big, mentre si nota una maggiore attenzione per il comparto assicurativo, con Generali e Mediolanum sempre attentamente seguite. Ritornano gli acquisti in Fiat, che cresce di quasi l’1% e si porta poco sotto quota 14 euro, favorendo così il recupero delle holding Ifi priv. e Ifil. I titoli della moda ritornano sulla scena, con Valentino in rialzo di oltre il 2%. Guadagni ridotti per Stefanel, Marzotto e Geox. È proseguita la fase positiva di Viaggi del Ventaglio, in crescita di quasi il 6%, mentre la recluta della giornata, Iride, nata dalla fusione tra Amga e Aem Torino, avanza del 3,7 per cento.