Uno scambio con Adel Smith

Adel Smith, il rappresentante dell’Unione musulmani in Italia che già descrisse il crocifisso come «un cadaverino appeso al muro», pensa che i canti natalizi su Gesù Bambino dovrebbero sparire dalle scuole. «La decisione presa a Bolzano si dovrebbe estendere a tutti gli istituti pubblici, che appartengono a tutte le diverse forme culturali che ci sono in un Paese di 60 milioni di abitanti», dice Smith. Niente dialogo con «gli integralisti cattolici» come il cardinale Caffarra. Ma pur di dialogare noi siamo disposti a un accordo: questo Natale non canteremo Jingle Bells. Purché lui taccia tutto l’anno.