Scambio di semi tipici della tradizione rurale

Torriglia ha dedicato l’intera giornata di domenica scorsa - dalle 11 del mattino alle 5 del pomeriggio, nei locali della sede scientifica del Parco dell’Antola - alla manifestazione «Mandillo dei semi», libero scambio di sementi autoriprodotti di antiche varietà locali promossa dall’Associazione patata quarantina, Consorzio della Quarantina-Associazione per la terra e la cultura rurale, con il patrocinio del Parco dell’Antola.
L’iniziativa, gratuita e aperta a tutti coloro che desideravano scambiare i semi che loro stessi avevano riprodotto di ortaggi, cereali, foraggi e colture da campo, ha tradizionalmente lo scopo di tutelare e valorizzare le antiche varietà di frutta e verdura tipiche dell’Appennino ligure, sapientemente selezionate da chi viveva e lavorava sui nostri monti nei secoli e decenni trascorsi. «Varietà che comunque - come sottolinea fra l’altro il presidente dell’Ente Parco Antola, Roberto Costa - oggi sono a rischio di estinzione. Con la conseguenza di una perdita definitiva di un patrimonio particolarmente prezioso di biodiversità che caratterizza le specie nel loro profondo adattamento alle caratteristiche pedologiche e climatiche del territorio ligure».