Scampa allo stupro, la salva l’autista del bus

L’autista è un ex carabiniere: è alto un metro e 90 e pesa 110 chili

Il comportamento dell’autista dell’Atm che ieri ha sventato un tentativo di violenza sessuale ai danni di una messicana da parte di un clandestino palestinese «merita» l’Ambrogino d’Oro. «Consegna di cui mi farò personalmente promotore per la manifestazione di quest’anno». Così il vice sindaco Riccardo De Corato commenta il gesto compiuto dall’autista dell’autobus, ex carabiniere, grazie al cui «coraggio, possiamo tirare un sospiro di sollievo per uno stupro evitato».
A giudizio del vicesindaco, il tentativo di stupro, «l’ennesimo» ad opera di un clandestino «conferma quanto da me paventato. Ovvero che siamo all’implosione, con violenze che si riversano all’interno delle comunità straniere. Tre episodi commessi in città nei prime nove giorni di febbraio ne sono la conferma».
In merito al problema dei reati sessuali: «Milano paga anche la nullità dell’impegno del governo Prodi. Dall’Esecutivo, infatti, nessuna risposta è mai giunta alle richieste di revisione normativa avanzate dal Comune. Ovvero condanne più severe per gli stupratori, tempi rapidi per l’approvazione del disegno di legge Pollastrini-Mastella per istituire processi per direttissima e dare la facoltà agli enti locali di costituirsi parte civile».